A proposito del progetto

Suor Alfonsa Clerici, nativa di Lainate, religiosa delle Suore del Preziosissimo Sangue di Monza, è stata proclamata beata sabato 23 ottobre 2010 a Vercelli, città dove morì nel 1930.
«Figlia di una coppia di umili, onestissimi e religiosi contadini, che guadagnavano il pane quotidiano con la fatica e il frutto del loro lavoro». Così viene presentata nei Voti dei teologi per la sua beatificazione. Una famiglia come tante in quel tempo, che credeva fermamente che Dio non inganna e che con Lui occorre fare sul serio. Un testimone disse di lei: «Era un’anima di quelle che, sorridendo, sanno compiere il loro dovere fino al sacrificio; che sanno amare appassionatamente la loro missione; che del mondo nulla hanno accolto in sé, se non la sofferenza del prossimo, per lenirla e consolarla». E, in effetti, suor Alfonsa amava dire: «Non ditemi che la terra è una valle di lacrime, una terra d’esilio, piena di affanni e di spine. Non sapete che Gesù, la Parola di Dio fattasi carne, è con noi per consolarci, per aiutarci, per vivere con noi della stessa nostra vita?».

IL MUSEO A LEI DEDICATO CONTIENE
Nella Prima Sala si trovano pannelli che raccontano la vita e la spiritualità della Beata Alfonsa. Accanto alle pareti laterali sono collocati busti e quadri che rappresentano coloro che potremo definire i “Fondatori dell’Istituto”: la Venerabile Madre Maria Matilde Bucchi, Padre Giusto Pantalini, barnabita, e sua Eccellenza Mons. Luigi Nazari di Calabiana, Vescovo diu Milano.
Nella Seconda Sala vengono esposti alcuni oggetti appartenenti alla Fondatrice, la Venerabile Madre Maria Matilde Bucchi e alcuni documenti appartenenti alla storia dell’Istituto, con particolare riguardo al periodo in cui la Beata Alfonsa coprì il ruolo di Cancelliera e Consigliera della sorella, madre Bonaventura Clerici.
Alle pareti del corridoio sono visibili i pannelli che hanno accompagnato il percorso dell’urna con i resti mortali della Beata Alfonsa, lungo le vie della città di Vercelli dalla Casa della Provvidenza al Duomo.
Nella Terza Sala è stata ricostruita la camera della Beata.

QUANDO E’ VISITABILE E COME
Chi volesse visitare il Museo della Beata Alfonsa è pregato di prendere contatti con la POSTULAZIONE GENERALE delle Suore del Preziosissimo Sangue – 20900 Monza (MB) – Via Lecco 6.

Tel. 039 388935
E-mail postulazione generale: postulazionegenerale@preziosine.it

A cosa servono i fondi

Le donazioni ricevute potranno supportare le missioni Preziosine e le comunità più povere. Inoltre potranno finanziare attività di studio che abbiano come fulcro la figura della Beata e le sue opere.

  • SUPPORTARE le missioni Preziosine

  • SUPPORTARE le comunità più povere

  • FINANZIARE attività di studio